CONSIGLI

ERITEMA DA PANNOLINO

La dermatite o irritazione da pannolino è causata da sovraidratazione della pelle, macerazione, contatto prolungato con urina e feci, saponi e ammorbidenti usati per lavare e ammorbidire i pannolini, preparati topici e può essere un punto di partenza di dermatite irritante da contatto. I segni e i sintomi sono limitati nella maggior parte dei casi nell’area coperta dai pannolini. La dermatite da pannolino colpisce comunemente i bambini, con un’incidenza di picco che si verifica quando l’individuo ha un’età compresa tra 9 e 12 mesi. L’eruzione cutanea è accompagnata da diarrea che continua per più di 48 ore.
Sono diverse le cause che possono generare questa condizione, per cui bisogna adottare le giuste misure per proteggere la pelle delicata del bambino. Vediamo quali sono le principali ragioni che possono favorire l’insorgere di questa fastidiosa irritazione:
Sfregamento ? nei mesi in cui il bambino si siede e comincia a muoversi, la pelle tende a sfregare il pannolino causando degli arrossamenti localizzati.
Ambiente umido? il pannolino crea un ambiente umido, a prescindere da qualsiasi grado di assorbenza dello stesso. L’umidità può portare a macerazione la pelle.
Irritazione al contatto con l’urina e le feci ? le feci, in particolar modo, possono contenere bava, muchi e altre sostanze urticanti, e presentarsi in forma acida e irritante. Nei bambini spesso affetti da diarrea le irritazioni da pannolino possono verificarsi più facilmente.
Allergia da contatto ? il bambino potrebbe presentare allergia ai materiali del pannolino, oppure a lozioni e creme utilizzate per il cambio. Nel caso di pannolini lavabili, il bambino potrebbe manifestare allergia ai detersivi impiegati per la pulizia dei pannolini. In tal caso, il pediatra può richiedere un accertamento attraverso le prove allergiche.
Variazioni dell’alimentazione ? alcune volte l’introduzione di nuovi cibi può causare un cambio di consistenza e qualità della composizione delle feci, che risultano quindi irritanti.

La dermatite da pannolino può essere causata dalla presenza di un fungo, quindi da una micosi, che si sviluppa proprio grazie al pannolino stesso.
L’ambiente umido del pannolino può favorire la proliferazione di batteri, funghi e lieviti. In particolare, la dermatite da pannolino potrebbe essere un’infezione da Candida, la quale generalmente interessa la regione perianale e inguinale, con la comparsa di pustole intorno alla regione dell’eritema.
In tal senso, è opportuno cambiare spesso il bambino, per fare in modo che l’ambiente del pannolino risulti il più asciutto possibile: così si evita l’insorgere di una micosi genitale, che richiede un certo tempo e determinati accorgimenti per la completa guarigione del piccolo paziente.

Rimedi
L’irritazione da pannolino può essere curata attraverso il rispetto di alcune basilari norme igieniche e con l’aiuto di alcuni prodotti cosmetici o, in caso di bisogno, con alcuni farmaci specifici.
In particolare, a ogni cambio del pannolino è consigliabile lavare il bambino con acqua. Non è necessario utilizzare il sapone per ogni lavaggio, che potrebbe dare vita a ulteriori fenomeni di sensibilizzazione. La pelle va tamponata e non sfregata, per evitare di peggiorare lo stato di arrossamento.
L’eritema da pannolino, nel caso in cui si presenti come un’irritazione, può essere trattato con creme a base di Ossido di Zinco.
Possono essere utilizzate anche creme a base di Pantenolo, che svolgono un’azione lenitiva.
Cambiare marca di pannolino scegliendo un modello maggiormente traspirante potrebbe aiutare il bambino ad avere meno fastidi. Se si usano i pannolini lavabili, cambiare il sapone di lavaggio e non utilizzare ammorbidenti o detersivi eccessivamente profumati.
Se è possibile lasciare il bambino senza pannolino, così da permettere alla pelle un minor stress. Ovviamente, in tal caso, bisognerebbe prevenire i relativi “incidenti”.
Nel caso in cui le infezioni siano di origine micotica, dovrà essere trattata con delle creme indicate per combattere la proliferazione del micete che l’ha causata.
Nel caso in cui, invece, il pediatra prescriva un antibiotico, quest’ultimo potrebbe essere associato a dei probiotici per evitare il rischio di diarrea.

Le irritazioni da pannolino possono essere prevenute seguendo anzitutto delle scrupolose norme igieniche.
Per prima cosa, bisogna cambiare il pannolino il più spesso possibile, sia nel caso dei pannolini lavabili che in quello dei pannolini usa e getta, per lasciare la pelle asciutta. Scegliere pannolini adatti all’età e non chiuderli in modo troppo stretto.
Utilizzare creme e prodotti per l’igiene adatti al bambino, che siano cioè senza alcool e profumi, che potrebbero essere aggressivi per la pelle delicata del piccolo.

sconto-stradella

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di parti parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente gestiti per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare correttamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Abbiamo usato direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuta a offrirti l’opportunità migliore. Politica sui cookie Politica sui cookie