CONSIGLI

MAL DI TESTA

 

l mal di testa è un dolore tra i più comuni, che si diffonde a tutto il cranio oppure localizzato solo a un lato (emicrania). Le cause del mal di testa e delle cefalee sono da ricondurre a stress emotivo, bassi livelli di zuccheri ematici, allergie alimentari, traumi al capo, assunzione di contraccettivi orali, variazioni ormonali collegate al ciclo mestruale.
In base alla localizzazione del dolore, all’intensità e alle caratteristiche, il mal di testa può assumere nomi differenti. In particolare, possiamo parlare di cefalee primarie di cui fanno parte: Cefalea tensiva, Emicrania e Cefalea a grappolo.
Possiamo poi distinguere anche delle cefalee secondarie in cui il mal di testa diventa il sintomo di una condizione patologica, come per esempio l’influenza, il raffreddore, i dolori mestruali, l’insonnia e così via.
L’ultima categoria è quella delle nevralgie craniche, dei dolori facciali e di altre cefalee. In questi casi notiamo l’infiammazione dei nervi cranici e di quelli cervicali, che causano da soli o insieme il dolore alla testa. Tra le patologie più comuni, in tal senso, possiamo citare la nevralgia del trigemino, che riguarda le terminazioni nervose che sono localizzate nel volto, nella parte anteriore del cranio e nella cavità orale.
Il mal di testa può essere anche il risultato di un trauma localizzato in seguito a una caduta oppure a un forte urto. In tali casi, se oltre all’insorgere del mal di testa si notano altri sintomi che hanno a che fare con le capacità uditive e visive, oppure se si manifestano nausea e altri tipi di fastidi, è bene recarsi in ospedale per effettuare degli accertamenti diagnostici: in questo modo sarà possibile effettuare una stima dei danni riportati e istituire, in caso di necessità, una terapia idonea per il tipo di danno riportato.

Sintomi
La cefalea, come abbiamo visto, consiste in un mal di testa la cui intensità varia in base alla causa scatenante e al soggetto. Anche la durata dei sintomi è variabile: il mal di testa, infatti, può scomparire in un’ora o persistere per diversi giorni. La cefalea può essere accompagnata da confusione mentale, debolezza, diarrea, febbre, foto/fonofobia, nausea, vertigini e vomito, specie quando il dolore è particolarmente intenso.
Se il dolore alla testa si manifesta improvvisamente, con un’intensità peggiore rispetto a quanto si sia mai sperimentato, e se questo si associa ad altri sintomi che non possono essere riferiti al mal di testa, è necessario riferire urgentemente la condizione al proprio medico. Questo può stabilire se si tratta di una cefalea primaria occasionale e isolata oppure può richiedere ulteriori accertamenti diagnostici per risalire all’origine del mal di testa.

Guida
Non tutti i tipi di mal di testa e non tutti gli attacchi richiedono necessariamente una cura.
La terapia più adeguata dev’essere sempre stabilita dal medico, in relazione alla presenza di diversi fattori, tra cui il tipo e la frequenza della cefalea, i sintomi accusati, le patologie coesistenti e le cause scatenanti.
Inoltre, il medico può raccomandare diversi comportamenti per gestire e prevenire il mal di testa.

sconto-stradella

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di parti parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente gestiti per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare correttamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Abbiamo usato direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuta a offrirti l’opportunità migliore. Politica sui cookie Politica sui cookie