CONSIGLI

NAUSEA

 

Nausea è un termine medico generico che descrive un malessere alla parte superiore dello stomaco, accompagnato molto spesso da un particolare senso di vomito. Spesso si manifesta con pallore, vertigini e sudorazione e può essere accompagnata da disgusto per il cibo o per alcuni odori, da fastidio a livello dello stomaco, abbondante produzione di saliva.
Molto diversi tra loro sono i fattori che possono scatenare la nausea, fattori emotivi, presenza di particolari stimoli (olfattori, visivi, gustativi), stato di gravidanza, assunzione di alcuni farmaci, disturbi a carico di alcuni organi (malattie gastrointestinali, cardiocircolatorie, renali, lesioni a carico dell’orecchio interno), problemi psicologici.
La nausea si accompagna anche ad alcune alterazioni quali maggior produzione di saliva e tachicardia. La nausea può avere origine nel tratto gastrointestinale, oppure può dipendere dal sistema nervoso centrale.
Tra i disturbi gastrointestinali che possono procurare nausea ci sono le gastroenteriti e il reflusso gastroesofageo, ma anche altre patologie come stitichezza e l’occlusione intestinale. Talvolta, episodi occasionali di nausea possono insorgere dopo pasti eccessivamente abbondanti, nel caso in cui si mangi troppo in fretta oppure se si deglutisce una quantità eccessiva di aria.

Guida
Poiché le patologie che possono risultare associate alla nausea sono molto diverse tra loro, per mettere a punto un protocollo terapeutico atto a risolvere o lenire la condizione è fondamentale individuare la patologia che ne è alla base e agire su questa. Fondamentale è il parere del proprio medico di fiducia, che saprà consigliare sul da farsi. Evitare di consumare certi cibi o di esporsi a determinati stimoli ambientali (olfattori, visivi, gustativi) può aiutare a circoscrivere le manifestazioni del disturbo. Nel caso in cui la nausea dipenda dall’assunzione di alcuni farmaci è bene consultarsi con il proprio medico per farsi prescrivere – se possibile – una terapia alternativa.
Il trattamento della nausea dipende da quanto è grave la sensazione di malessere e dal tipo di cause scatenanti. Di norma, episodi di nausea lievi e di scarso interesse clinico non richiedono particolari terapie, al più si ricorre a semplici rimedi.
Al contrario, episodi di nausea intensi e di rilevante interesse medico possono richiedere specifici farmaci anti-nausea.
Per la nausea occasionale, dovuta per esempio a uno stato post operatorio, i farmaci più indicati sono quelli a base di metoclopramide, proclorperazina, ciclizina e desametasone.
Se la nausea è accompagnata da vomito, possono essere utilizzati per ridurre la sintomatologia rimedi anticolinergici e antispastici, antagonisti dopaminergici, stimolanti della motilità dello stomaco, antistaminici e antipsicotici.
Forti dolori, che riguardano in particolar modo gli spasmi della muscolatura liscia, che possono favorire l’insorgere della nausea, possono essere limitati da farmaci a base di Scopolamina. La nausea può essere causata anche dalla cinetosi, per la quale si consiglia di assumere un preparato a base di Dimenidrinato.

sconto-stradella

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di parti parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente gestiti per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare correttamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Abbiamo usato direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuta a offrirti l’opportunità migliore. Politica sui cookie Politica sui cookie