CONSIGLI

SINUSITE

 

La sinusite è un disturbo comune causato da un’infiammazione, improvvisa (acuta) o persistente nel tempo (cronica), della mucosa che riveste i seni paranasali, cavità scavate all’interno delle ossa del cranio e del volto (intorno al naso e agli occhi) che comunicano, tramite stretti canali, con la parte interna del naso.
In condizioni normali, le secrezioni prodotte dalla mucosa dei seni paranasali (muco) sfociano nelle cavità nasali. Quando si verifica un’infiammazione, però, i canali che le veicolano all’interno del naso si restringono e il muco si accumula nei seni paranasali.
La sinusite è spesso causata da un’infezione di natura virale (raffreddore, influenza) che normalmente migliora nell’arco di due o tre settimane. Tuttavia, il ristagno del muco può favorire lo sviluppo di germi provenienti dal naso o dalla bocca (orofaringe); in questo caso a un’infezione virale si può sovrapporre un’infezione batterica.
La sinusite è un fastidio che colpisce principalmente i soggetti allergici o quelli con problemi di asma. Soggetti a rischio sono anche le persone con un sistema immunitario compromesso. Le cause della sinusite vanno ricercate in infezioni provocate da virus e batteri. La sinusite può dipendere anche da funghi: per questo, in base al tipo di di infiammazione, il medico avrà il compito di prescrivere la terapia più adatta. La sinusite di origine batterica, per esempio, necessita di un trattamento antibiotico per prevenire eventuali complicanze.

Sintomi
La sinusite può presentarsi in forma:
– acuta: di durata non superiore a 2 o 3 settimane;
– cronica: che può protrarsi anche per un paio di mesi;
– ricorrente: quando gli episodi si ripetono almeno tre volte in un anno.
I sintomi della sinusite sono costituiti principalmente da dolore e senso di pressione al volto che possono accentuarsi con i movimenti del capo. La localizzazione precisa del dolore varia poi in base al seno o ai seni interessati:
– in corrispondenza delle guance e sopra i denti per il seno mascellare;
– alla fronte e sopra le arcate sopracciliari per il seno frontale;
– dietro gli occhi, alla testa e alle tempie per il seno sfenoidale;
– intorno e dietro gli occhi per il seno etmoidale.
Inoltre, indipendentemente dalla localizzazione della sinusite si può accusare:
– mal di testa;
– gonfiore intorno agli occhi;
– secrezione giallo-verdastra dal naso o nella gola;
– naso chiuso;
– tosse con catarro;
– febbre;
– mal di denti;
– riduzione del gusto (ipogeusia) e/o dell’olfatto (iposmia).

Guida
Come abbiamo accennato in precedenza, se la sinusite è di origine batterica sarà il medico a indagare prescrivendo esami come la TAC del massiccio facciale, una risonanza magnetica o l’analisi del muco nasale. In base ai risultati, potrà essere prescritto un antibiotico; se però l’infiammazione è causata da un fungo, il rimedio sarà un antifungino.
In base alla tipologia di infiammazione possono essere prescritti anche antinfiammatori, farmaci a base di cortisone oppure antistaminici. Benefici si possono trarre anche dalla terapia inalatoria, con areosol terapia e non solo.
Come coadiuvanti della terapia possono essere utilizzati spray e gocce decongestionanti. Inoltre, si possono effettuare lavaggi con soluzioni idrosaline per facilitare l’eliminazione del muco in eccesso. La terapia termale, invece, è particolarmente indicata per i casi di sinusite cronica.

sconto-stradella

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di parti parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente gestiti per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare correttamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Abbiamo usato direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuta a offrirti l’opportunità migliore. Politica sui cookie Politica sui cookie